Homescreen 2020 - iPad

Homescreen 2020 - iPad

Reading Time: 4-5 minutes

Per molti l’iPad è il sostituto perfetto dell’esperienza desktop. Federico Viticci di MacStories ci è riuscito, ma io no. Per me l’iPad è uno strumento di accompagnamento alle mie attività quotidiane, in circostanze specifiche.

Con iPadOS 13 su un iPad Pro 9.7 comprato nel 2016, ho sfruttato i widget nella homescreen per rendere tutto più facilmente fruibile già dalla prima pagina. Dato che non uso l’iPad per qualsiasi contesto, inoltre, ho potuto semplificare la visualizzazione delle app in una sola pagina.

Widget

Homescreen iPadOS, Widget, 2020

Homescreen iPadOS, Widget, 2020

Le mie routine quotidiane ruotano sempre attorno alle stesse due applicazioni: Things e Fantastical. E quindi queste due app sono presenti nella homescreen con i widget. Il widget di Fantastical è quello più in alto, e mostra la timeline degli eventi nelle immediate vicinanze temporali: è molto utile per capire se sto facendo quello che avrei dovuto fare secondo i piani prefissati. Subito sotto c’è il widget di Things, che mi fa vedere quali sono i task della giornata. Per rafforzare il senso del dovere e tenere sempre a mente quale siano le cose da fare per la giornata, tengo l’app Things, con il badge che visualizza il numero di task della giornata, anche nel dock.

Ho anche altri widget, ma li uso talmente poco che sono irrilevanti allo scopo di questo articolo.

App

Anche per scegliere le app da usare sull’iPad ho un criterio, che in realtà è molto semplice e probabilmente usato, anche inconsciamente, da tutti: sull’iPad ci vanno solo le app che sfruttano appieno lo schermo più grande rispetto allo smartphone, e le app che sugli altri dispositivi sarebbero sfruttate poco.

Homescreen iPadOS, Primo gruppo di app, 2020

Homescreen iPadOS, Primo gruppo di app, 2020

Del primo gruppo fanno parte:

Homescreen iPadOS, Secondo gruppo di app, 2020

Homescreen iPadOS, Secondo gruppo di app, 2020

Del secondo gruppo, invece, fanno parte:


Le altre app le ho scelte perché c’è una buona probabilità che le utilizzi anche su iPad, e sono utili da avere a portada di mano: Pocket Casts, Facetime, La Calcolatrice, Google Photo, Day One, la suite iWork, Working Copy (non mi capita spesso di scrivere codice su iPad, ma potrebbe capitare di fare un fix veloce), Toggl, Dropbox, Twitter e Feedly. Insomma, l’iPad è un supporto visivo e spesso fisso su app di messaggistica istantanea e di background.

Support My WorkBuy me a coffee @ home
Giacomo Barbieri

Giacomo Barbieri

Blogger with over 5 years of experience in blogs and newspapers,passionate about AI, 5G and blockchain. Never-ending learner of new technologies and approaches, I believe in the decentralized government and in the Internet of Money.

rss facebook twitter github youtube mail spotify lastfm instagram linkedin google pinterest medium vimeo stackoverflow reddit quora quora